martedì 20 marzo 2018

Non ho più radici

Legato a radici che hanno smesso la vita, 
me ne libero come ci si scuote la neve di dosso. 

Cenere ai piedi, inizio i miei passi. 

Ora non c'è più niente che mi tenga fermo. 

Non ho più radici. 

sabato 17 febbraio 2018

Mi accorgo

Quei pomeriggi in cui 
con ancora l'odore tuo addosso 
mi rendo conto di aver amato 
e di essere stato amato. 

Le cose non son state come ci si aspettasse 
però sono ancora presenti
le tue orme sul mio corpo. 

Mi accorgo 
di come sia cambiato il mondo
e di come sia cambiato io. 

Essere amati è così: 
aperti al mondo
aperti al cambiamento. 

mercoledì 15 novembre 2017

Non ho bisogno

Ho le gambe a pezzi,
le braccia affaticate, 
nella testa risuona la stessa canzone. 

Eppure.  
Eppure sono stato capace, 
capace di farcela da solo 
senza aiuti o pianti. 

"Non ho bisogno di te",
mi sembra l'unica cosa giusta da dire 
a quel tuo volto preoccupato.  

"Non ho bisogno". 
Sono riuscito a sollevare il mondo, 
da solo. 


giovedì 22 giugno 2017

La mia libertà

Ho condiviso il mio letto con te
scegliendo per me
senza togliermi nulla che non fosse

La conoscenza che attraversa la mia testa
sgorga dalle mie lacrime
bagna quelle che sono

Ali donatemi dalla libertà del tuo tocco.
Ricordi?
Quel tocco che ha cambiato la mia idea

Giudice e vittima del mio segreto:
vivo bene senza catene.
Lasciale ai miei piedi
senza toccarle.

mercoledì 31 maggio 2017

Bruci

Il tuo corpo brucia 
accanto al mio. 
Lo sento così chiaramente
come fosse estensione del mio. 

Hai sentito il mio corpo freddo? 
Congelate, le mie carni non sono state toccate. 

Hai sentito il mio corpo freddo? 
Oppure col tuo calore non te ne sei preoccupato? 

Bruci ancor prima che ti baci, 
bruci ancor prima che ti sfiori, 
sei fuoco sulle mie carni. 

Sudato e color delle rose 
ti lascio darmi fuoco. 
Così piacevole, 
piacevole come fosse Estate. 

Bruci sul mio corpo. 

martedì 2 maggio 2017

Consumato

Questo mondo mi ha consumato, 
dalla terra su cui si cammina 
all'aria che entra dentro. 

Con i flirt 
e con le voci grosse, 
il calar della tenebra mi ha distrutto. 

Conosco il mio tempo, 
esso ha creato in me un malessere 
che chiamo Consunto 
come la vita di cui m'atteggio. 

Il mondo mi ha consumato, 
non c'è rimedio. 

lunedì 24 aprile 2017